prospettivabluvertigo.it

Sergio Carnevale


Foto: Michael Frank


Sergio nasce a Busto Arsizio il 7 gennaio 1970. La sua famiglia si trasferirà, poco dopo la sua nascita, a Nova Milanese.
Dopo le scuole dell’obbligo Sergio si iscrive all’ Istituto d’Arte di Monza, stessa scuola frequentata anche da Andy con il quale, più tardi, si ritroverà nei Bluvertigo, ma durante i giorni degli studi i due non si conoscono ancora.
I giorni dell’adolescenza di Sergio sono sicuramente segnati dall’amore per la musica. Anche lui, come alcuni suoi futuri compagni nell’avventura Bluvertigo, si fa regalare per il suo compleanno – il tredicesimo – non il solito motorino, status-symbol di raggiunta indipendenza, bensì una batteria.
Tra un ascolto degli Ac-Dc ed uno degli U2, dei quali imita le gesta musicali cimentandosi nel garage di casa con l’amata batteria, Sergio impara a suonare, e cresce ascoltando i gruppi ormai storici della British invasion degli anni ’80. Finito l’Istituto d’Arte, Sergio si iscrive ad Architettura all’università, ma dopo tre anni lascia gli studi per dedicarsi interamente alla musica.

Stimolato anche dagli input intellettuali e musicali del fratello maggiore Massimo Carnevale, bassista, Sergio entra con lui a far parte degli White China, il suo primo gruppo, fondato nel 1985. Il progetto musicale, intrapreso sulla scia dell’entusiasmo giovanile, prosegue e, cinque anni dopo, si consolida, sino ad assumere la “ragione sociale” Memorabilia. Il progetto gode di qualche fortuna e non passa inosservato; la band ottiene un contratto discografico con la RTI e sforna un album che porta lo stesso nome del gruppo. Al fianco di Sergio, sempre Massimo Carnevale, che lo affiancherà, in seguito, anche in alcune performance live ed in studio con i Bluvertigo.

Dopo l’esperienza con i Bluvertigo, nel 2003 Sergio affianca Morgan per il suo esordio solista con Le canzoni dell’appartamento sia in studio che dal vivo, con Le Sagome.
Due anni dopo è ancora al fianco di Morgan per Non al denaro non all’amore né al cielo. Nel maggio del 2006 partecipa – non solo in veste di batterista dei Bluvertigo – all’album Lato D dedicato a Stefano Facchielli, tastierista degli Almamegretta, scomparso a Milano in un incidente stradale la notte di Halloween del 2004.
Nel 2007 Sergio collabora con Stefano Bianconi ed i Baustelle per il loro album e li segue in tour anche l’anno seguente.
Sergio suona nuovamente con gli “scongelati” Bluvertigo nello stesso anno, in occasione del “Retour”; nel 2009 invece coadiuva alla tournèe di Max Gazzè “Casi Ciclici”, accompagnato da Daniele Dupuis-Megahertz, già suo compagno ne Le Sagome.
Sergio ritroverà l’amico e collega Megahertz per alcune apparizioni televisive e per il tour di Max Pezzali a partire dall’aprile del 2011.

Sergio e i Bluvertigo

Il primissimo incontro di Sergio con i futuri compagni d’avventura avviene in un locale di Monza, l’ Incantesimo. Sono ancora gli anni in cui lui ed il fratello suonano negli White, e quella sera si ritrovano a dividere il palco con un gruppo chiamato Smoking Cocks composto da Marco Morgan Castoldi, Andy Andrea Fumagalli e Fabiano Villa. Sergio viene inizialmente scambiato da Morgan e soci per il bassista del gruppo, ruolo invece ricoperto da Massimo Carnevale. L’intesa scatta subito, ed i due gruppi suonano assieme sul palco dell’ Incantesimo una cover dei Duran Duran, All She Wants Is. Marco ed Andy rimangono piacevolmente colpiti da Sergio e dal suo modo di suonare, e resteranno in contatto con lui. In seguito, dopo l’esperienza che Sergio farà nei Memorabilia, Marco e Andrea terranno in ottima considerazione il batterista diventato professionista, e si ritroveranno spesso in Villa Reale a Monza assieme a lui per scambiarsi cassette musicali e pareri. Si pongono le basi per l’entrata di Sergio Carnevale nei Bluvertigo.

Oriana Mariotti



_____________________________________________________________________________________

Tutti i testi e la presentazione grafica presenti nel sito web www.prospettivabluvertigo.it sono di proprietà dei rispettivi autori. La copia a scopo divulgativo è consentita, previa citazione della fonte (autore/i e indirizzo URL). Ogni ulteriore utilizzo del materiale presente nel sito, senza il permesso scritto del/degli autore/i, è vietato.





Credits | Disclaimer